Le cosiddette agevolazioni prima casa

Le cosiddette agevolazioni prima casa

Al momento dell’acquisto di un immobile ad uso abitativo, e sue pertinenze (ad es.: cantine, soffitte, box auto, terreni da adibire a giardino od orto), qualsiasi acquirente persona fisica, cittadino italiano o straniero, può usufruire di determinate agevolazioni fiscali. Dette agevolazioni consistono in un minor importo delle imposte dovute allo Stato; imposte che si differenziano a seconda che si compri da un privato o da una impresa costruttrice. Nel primo caso, l’imposta dovuta è quella di Registro ne [...]

Continua a leggere

Chi acquista casa come prima abitazione di quali agevolazioni può godere?

Chi acquista casa come prima abitazione di quali agevolazioni può godere?

Acquistare una prima casa permette di pagare le imposte ridotte, ma bisogna distinguere. Se si compra da un privato, io o lei, la tassa di riferimento è l’imposta di registro ed è pari al 2% (seconda casa è 9%) sul valore catastale. Il valore catastale NON è il prezzo e si ottiene moltiplicando per 115,5 la RENDITA CATASTALE dell’immobile. In caso di compravendita tra privati, pertanto, INDIPNDENTEMENTE dal prezzo dichiarato in atto, le tasse (imp [...]

Continua a leggere

Quali sono i requisiti base per poter usufruire delle agevolazioni prima casa?

Devono ricorrere dei requisiti relativi all’immobile: non deve essere casa di lusso. Devono ricorrere requisiti soggettivi: 1 - chi compra deve essere residente nel Comune dove si trova l’immobile, oppure prendere la residenza nel Comune entro diciotto mesi dall’atto. NOTA BENE: la residenza nel COMUNE è sufficiente per il primo acquisto in assoluto; in caso di ri-acquisto prima casa (vendo la mia prima casa e ne compri un’altra, perché [...]

Continua a leggere

Si può rivendere la prima casa?

Sempre. Però attenzione: se viene venduta prima dei 5 anni dall’acquisto, per non decadere dalle agevolazioni e pagare come seconda casa (9% di registro o 10% di IVA a seconda dei casi), entro un anno dalla vendita si deve comprare un’altra prima casa. Si può, in alternativa, riceverla in donazione. Sul punto si è espressa favorevolmente l'Agenzia delle Entrate. Nota Bene: in caso di ri-acquisto della prima casa, sarà non più sufficiente avere la residenza nel Comune ove si tro [...]

Continua a leggere

Coloro che vogliono unire delle unità immobiliari diverse presenti, ad esempio, su uno stesso piano di uno stabile, al fine di poter usufruire delle agevolazioni prima casa, come devono comportarsi?

Possono usufruire delle agevolazioni impegnandosi, in atto, a fondere le due unità abitative catastalmente. Il discorso vale anche per chi è già proprietario di un alloggio e vuole comprare quello a fianco. Oltre l’impegno in atto, però, chi compra dovrà effettivamente fondere, poiché i controlli vengono fatti e le sanzioni vengono applicate se non si procedere. Come tempistiche, non vi è una regola precisa; il tempo massimo è di diciotto mesi a [...]

Continua a leggere

Nel caso di acquisto di un rudere o di un magazzino che si intende ristrutturare, possono essere chieste ed ottenute le agevolaizoni prima casa?

Se è stata avviata una pratica edilizia per il recupero ai fini abitativi delle unità immobiliari che, al momento dell’acquisto, non sono abitative, o in corso di costruzione, l’acquirente potrà usufruire delle agevolazioni, impegnandosi alla trasformazione in abitazione di quanto acquistato. All'impegno, ovviamente, dovrà seguire l'effettiva trasformazione; in mancanza saranno dovute all'Erario le imposte piene. [...]

Continua a leggere

Nuovo regime fiscale

Dal primo gennaio 2014, molte delle conosciute agevolazioni fiscali in materia di trasferimenti immobiliari, sono state abrogate. Molte, non tutte, contrariamente a quanto potrebbe pensarsi da una prima lettura della norma. L’articolo 10 del D. Lgs. 23/2011 stabilisce infatti, al comma 4, che in relazione ai trasferimenti immobiliari a titolo oneroso in genere, sono soppresse tutte le esenzioni e le agevolazioni tributarie, anche se previste in leggi speciali. Non trovano [...]

Continua a leggere

Se compro un terreno edificabile e decido di costruirci sopra una casa che tassazione viene applicata?

Se ci sono i requisiti per l’ottenimento delle agevolazioni prima casa, il contribuente paga all’impresa edile che costruisce l’immobile l’IVA ridotta al 4 per cento. Riguardo all’acquisto del terreno esso sconterà l’ordinaria imposta di registro del 9 per cento sul prezzo. In buona sostanza l’appalto prima casa viene tassato come l’acquisto prima casa.     [...]

Continua a leggere

Sono divorziato, la casa, di proprietà, è stata assegnata alla mia ex moglie. A che regime fiscale è sottoposta l’abitazione? Ci sono delle agevolazioni?

Se il trasferimento della casa familiare, o di una quota di essa, viene fatto in adempimento (ovvero al posto) dell’obbligo di mantenimento, in fase di separazione o divorzio, c’è la completa esenzione dalle imposte di registro, ipotecarie, catastali e di bollo. Attenzione: se però, anche negli ambiti sopra descritti, viene corrisposto un prezzo, il trasferimento viene tassato come ordinaria compravendita, senza alcuna esenzione. [...]

Continua a leggere

Godo del diritto di nuda proprietà di un appartamento ma sono intenzionato ad acquistarne un altro, destinandolo ad abitazione principale.
Quale tassazione mi verrà applicata?

Se la nuda proprietà è stata acquistata con agevolazioni prima casa, la compravendita sconterà le imposte seconda casa. Al contrario, se la nuda proprietà è stata acquistata senza agevolazioni, o con agevolazioni ma per successione, la compravendita potrà godere delle agevolazioni prima casa, anche se gli immobili si trovassero nello stesso comune. [...]

Continua a leggere

Ho letto che la legge di Stabilità ha introdotto la possibilità di acquistare, tramite leasing le abitazioni. Come funziona?

Da oggi si può acquistare un’abitazione a mezzo di leasing (locazione finanziaria). Il tutto si struttura attraverso tre passaggi: 1) la società di leasing compera la casa dal venditore 2) l’acquirente e la società di leasing concludono il contratto di leasing con cui l’acquirente (nel leasing chiamato anche utilizzatore), a fronte della possibilità di vivere nell’abitazione, versa alla [...]

Continua a leggere

Quanto incide la parte di imposte e tasse che il notaio riscuote per lo Stato?

Molto. Non è possibile fare un conteggio od una percentuale sommaria. Quello che é sicuro é che il vero guadagno del Notaio, l'utile che percepisce, corrisponde ad un importo molto inferiore rispetto a quello che riceve dalle parti al momento dell'atto. Sul punto un esempio: si faccia il caso di una compravendita tra privati, in cui chi acquista può usufruire delle agevolazioni prima casa, per un prezzo di euro 150.000,00, di un immobile che abbia un valor [...]

Continua a leggere

Da cosa é costituita la parcella di un notaio per le attivita' immobiliari?

Il costo dell'atto notarile comprende sia gli onorari e i compensi per l'attività professionale del notaio, sia l'ammontare delle imposte, delle tasse e delle spese dovute per l'atto notarile e per l'attività che per legge il notaio deve svolgere prima e dopo la stipula dell'atto notarile. Si faccia il caso di una compravendita tra privati, in cui chi acquista può usufruire delle agevolazioni prima casa, per un prezzo di euro 150.000 [...]

Continua a leggere

Quali sono le attuali aliquote delle imposte ipotecarie e catastali?

Le imposte ipotecarie e catastali sono pari al 2% e all’1% del valore degli immobili, con un versamento minimo di 200 euro per ciascuna imposta. Queste sono dovute in 200 euro per ciascuna imposta, indipendentemente dal valore dell’immobile, quando il beneficiario ha i requisiti necessari per fruire delle agevolazioni “prima casa”. In questo caso è necessario attestare nella dichiarazione di successio [...]

Continua a leggere

Agevolazioni prima casa in donazioni e successioni

Per chi eredita o riceve in donazione una prima casa, non c'è la preclusione ad acquistare una ulteriore prima casa con atto a titolo oneroso (compravendita, permuta). Devono ovviamente esserci tutti i requisiti necessari per un acquisto prima casa, ma il fatto di averne già ricevuta una in donazione o successione, non è di ostacolo. Sulla questione si è espressa l'Agenzia delle Entrate con la circolare 44/E del 2001. [...]

Continua a leggere

Vendita prima casa, credito d'imposta e plusvalenza

Cosa succede se si cede la prima casa entro i primi 5 anni dalla data dell'acquisto? È possibile che si perdano le agevolazioni; lo Stato chiederà al venditore di versare la differenza tra le imposte seconda casa del 9% (10% se IVA) e le imposte prima casa del 2% (4% se IVA) versate al momento dell'acquisto. Oltre a questa differenza, scattano gli interessi e, in caso di ritardo, le sanzioni di legge. Il calcolo, inso [...]

Continua a leggere

notaionaddeo@gmail.com
011.9975970
Via Roma, 2
10072 Caselle Torinese (TO)