S.R.L. SEMPLIFICATE. CARATTERISTICHE - Cosa sono SRL Semplificate e quali vantaggi hanno? Sono accessibili ai giovani?

S.R.L. SEMPLIFICATE. CARATTERISTICHE - Cosa sono SRL Semplificate e quali vantaggi hanno? Sono accessibili ai giovani?

L'articolo 3, comma 1, D.L. 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla L. 24 marzo 2012, n. 27, ha aggiunto al Codice Civile l'articolo 2463-bis, che disciplina questa nuova forma di Società. Può essere costituita con contratto o atto unilaterale da persone fisiche. L'atto costitutivo deve essere redatto in conformità ad un modello standard tipizzato con decreto del Ministro della giustizia, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze e con il Ministro dello svilu [...]

Continua a leggere

LA CASSAZIONE SENTENZA 27 GENNAIO 2017, N. 1797, SEZ II CIVILE, SI PRONUNCIA SUGLI EFFETTI DEL PRELIMINARE TRASCRITTO IN CASO DI NOMINA DI TERZO ACQUIRENTE

LA CASSAZIONE SENTENZA 27 GENNAIO 2017, N. 1797, SEZ II CIVILE, SI PRONUNCIA SUGLI EFFETTI DEL PRELIMINARE TRASCRITTO IN CASO DI NOMINA DI TERZO ACQUIRENTE

  Affinché, in presenza di un contratto per persona da nominare, il nominato possa godere degli effetti prenotativi del preliminare, anche quanto alle ipoteche iscritte contro il prominente alienante, nel tempo che intercorre tra la trascrizione del preliminare e quella del definitivo, è necessario, ma al contempo sufficiente, che la dichiarazione di nomina venga trascritta entro il termine stabilito nel contratto preliminare e, comunque, entro quello previsto nell’articolo 2645 bis, comma 3, c.c., non [...]

Continua a leggere

Che differenza c’è rispetto al contratto di mantenimento?

Molto semplicemente, in questo caso, il beneficiario non riceve una rendita costante, ma tutto ciò che gli serve per mantenere il suo abituale tenore di vita. Colui che si obbliga, dunque, dovrà fornire tutta l’assistenza materiale (ad esempio: dal vestiario, ai medicinali, alle cure mediche) e morale (lo stare assieme, l’accompagnare, e via dicendo). Si tratta di un tipo di contratto creato dalla prassi. Nel caso di mantenimento a titolo oneroso, l’alea (il rischio) è doppio: non bisogna, [...]

Continua a leggere

Pillole su unioni civili e convivenze di fatto

La nuova legge sulle unioni civili e convivenze di fatto (Legge Cirinnà - 76/2016) introduce nel sistema legislativo, l’inedita figura della coppia di omosessuali che si dichiarino allo Stato Civile come “unione civile”. Tra il matrimonio tradizionale e le unioni civili ci sono moltissimi sono i punti di contatto. Le similitudini più evidenti, sono di carattere patrimoniale ed economico. La nuova [...]

Continua a leggere

La recente legge di stabilità ha introdotto l’imposta del 4% per i contratti di locazione finanziaria aventi ad oggetto fabbricati strumentali, anche da costruire.
Chi è interessato dalla normativa?

Tutti gli utilizzatori di beni strumentali (in genere macchinari, capannoni e simili) che si servono del meccanismo fornito dal contratto di leasing per svolgere la propria attività. In buona sostanza, gli imprenditori. Vengono inoltre abrogati alcuni incentivi. Quali settori sono interessati? Praticamente tutti. Partiamo da un dato generale: per gli atti traslativi a titolo oneroso della proprietà di beni immobili in genere e atti traslativi o costitutivi di diritti reali imm [...]

Continua a leggere

Ho letto che la legge di Stabilità ha introdotto la possibilità di acquistare, tramite leasing le abitazioni. Come funziona?

Da oggi si può acquistare un’abitazione a mezzo di leasing (locazione finanziaria). Il tutto si struttura attraverso tre passaggi: 1) la società di leasing compera la casa dal venditore 2) l’acquirente e la società di leasing concludono il contratto di leasing con cui l’acquirente (nel leasing chiamato anche utilizzatore), a fronte della possibilità di vivere nell’abitazione, versa alla [...]

Continua a leggere

Molti si lamentano dei costi del notaio, ma nella parcella quanto incidono le imposte e le tasse riscosse per conto dello Stato?

In media si può parlare di un 70%, ma molto varia da atto ad atto. Si faccia l’esempio di una compravendita tra privati, in cui chi acquista può usufruire delle agevolazioni prima casa, per un prezzo di euro 150.000,00, di un immobile che abbia un valore catastale di euro 75.000,00. Su queste basi, il costo di un atto di compravendita potrebbe ammontare a circa euro 5.360,00, di cui euro 3.360,00 consistono in null’altro che imposta [...]

Continua a leggere

Per la stipula di un atto quali altre spese deve sostenere il professionista?

Ipotizzando il compenso di euro 2.000,00, da questi andrà detratto il 37% dei parametri, in questo caso circa 178,00 euro. Dopo andrà decurtato circa il 50% per i costi dello studio: ricerche svolte ai fini dell’atto (in conservatoria, catasto, archivio notarile), stipendi dei dipendenti, forniture dello studio, utenze, affitto o mutuo, licenze per i software e gli hardware, e via dicendo. Da quel che rimane, dovrà poi essere accantonata un’altra metà per il pagamento delle imposte sul [...]

Continua a leggere

Prima dell’atto il cliente può chiedere un preventivo?

Oramai, con la liberalizzazione delle tariffe, la richiesta di preventivo è all’ordine del giorno. L’errore è però pensare che tutti i preventivi si differenzino solo per il dato economico; chi deve fare un atto, oltre al preventivo, dovrebbe domandare quali attività vengono svolte, che tipo di ricerche, quale istruttoria, rivolgersi al notaio prima di andare in stipula. Ahimè non sono poche le volte in cui l’atto a basso costo ha comportato problematiche all’utente [...]

Continua a leggere

Alcuni pensano che andare dal notaio si risolva con la lettura ad alta voce dell’atto e una semplice firma.
 

L’errore di base è questo: chiedere un preventivo pensando che il costo sia nella sola stipula. Niente di più sbagliato. Prima si deve curare l’istruttoria dell’atto, verificare che vi siano tutti i documenti richiesti dalla legge, effettuare le opportune ricerche nei vari uffici pubblici al fine di garantire un’operazione sicura; questi lavori possono essere svolti dal notaio o da personale qualificato. L’atto poi dovrà essere redatto, vagliato (anch’ [...]

Continua a leggere

DDL CONCORRENZA

Il DDL sulla concorrenza proposto dal Governo Renzi ha deciso di abolire l’obbligo di atto notarile per l’acquisto di immobili al di sotto dei 100mila euro ad uso non abitativo (negozi, uffici, depositi, terreni). All’articolo 29 del disegno di legge citato, viene stabilito che i trasferimenti a titolo oneroso (comprevendite, permute) o gratuito (donazioni) dei beni immobili non abitativi ( [...]

Continua a leggere

Notaio pubblico ufficiale e professionista.

Spesso si dimentica che il Notaio è un pubblico ufficiale e questo ruolo comporta grandi doveri e responsabilità. Il Notaio grazie alla sua figura garantisce la correttezza e la sicurezza delle transazioni commerciali. Dall'acquisto di una casa, alla costituzione di una società. Spesso si dice scherzando che la firma del Notaio costa molto; in realtà ha molto valore. Il Notaio è imparziale: non è di una parte o dell’altra, è di tu [...]

Continua a leggere

Quanto incide la parte di imposte e tasse che il notaio riscuote per lo Stato?

Molto. Non è possibile fare un conteggio od una percentuale sommaria. Quello che é sicuro é che il vero guadagno del Notaio, l'utile che percepisce, corrisponde ad un importo molto inferiore rispetto a quello che riceve dalle parti al momento dell'atto. Sul punto un esempio: si faccia il caso di una compravendita tra privati, in cui chi acquista può usufruire delle agevolazioni prima casa, per un prezzo di euro 150.000,00, di un immobile che abbia un valor [...]

Continua a leggere

La figura di un notaio del paese? Un punto di riferimento ufficiale dello stato, quale utilità ha per il cittadino?

Come nel grande centro urbano anche nel medio e nel piccolo é indispensabile la figura del Notaio: un pubblico ufficiale istituito per ricevere gli atti tra vivi (vendite, mutui, atti societari ecc.) e di ultima volontà (testamenti), attribuire loro pubblica fede, facendo gli stessi piena prova anche di fronte all'autorità giudiziaria. Un tale servizio deve essere garantito in tutti i luoghi, nessuno escluso. I notai sono legati alla loro sede di assegnazione, come i giudici, per gar [...]

Continua a leggere

Il Notaio che tipo di servizi offre in generale per il cittadino privato e per le aziende?

Ai clienti il Notaio ha il dovere di offrire soluzioni sicure e concrete, in tempi brevi, e con costi certi. Il Notaio svolge un’attività complessa che non si riduce alla sola stipula di un atto. Questa può rappresentare, in un’ipotetica valutazione percentuale, il 10-15% di tutto il lavoro che viene compiuto prima e dopo la lettura e sottoscrizione dell’atto. È come un iceberg: se ne vede solo la punta. Il Notaio offre la propria forte preparazione per consentire alle [...]

Continua a leggere

Da cosa é costituita la parcella di un notaio per le attivita' immobiliari?

Il costo dell'atto notarile comprende sia gli onorari e i compensi per l'attività professionale del notaio, sia l'ammontare delle imposte, delle tasse e delle spese dovute per l'atto notarile e per l'attività che per legge il notaio deve svolgere prima e dopo la stipula dell'atto notarile. Si faccia il caso di una compravendita tra privati, in cui chi acquista può usufruire delle agevolazioni prima casa, per un prezzo di euro 150.000 [...]

Continua a leggere

Legatamente alla compravendita il notaio si occupa anche di verificare la regolarità edilizia dell'immobile, l'agibilità e conformità dei dati catastali?

Per gli atti immobiliari da lui predisposti, il notaio abitualmente accerta mediante l'esame dei pubblici registri se negli ultimi venti anni risultino a carico degli immobili ipoteche, pignoramenti, sequestri, servitù o altri vincoli che ne limitino la disponibilità o il godimento. Il notaio deve rifiutarsi, inoltre, di stipulare una compravendita di un immobile abusivo (è classico l’esempio dell’immobile realizzato senza i necessari permessi edilizi). Non [...]

Continua a leggere

Oltre all’istituto del testamento, quali altri strumenti si possono adottare per tutelare il proprio patrimonio in vita?

Molto dipende dalle motivazioni che spingono il disponente. Nell’ambito del testamento, infatti, il testatore intende sia dare continuità al proprio assetto patrimoniale, sia distribuirlo in maniera tale che i beneficiari ottengano ciò che, nell’ottica del testatore, è giusto che abbiano. Se il fine principale è protettivo, si deve valutare con molta attenzione ogni singolo passo. Ciò poiché il forte rischio è quello di porre in essere atti in [...]

Continua a leggere

Il trust: uno strumento poco conosciuto per proteggere i propri beni o diritti.
Il trust è sempre riconosciuto dalla legge italiana?

Il trust è un istituto di origine anglosassone, non disciplinato dalla legge italiana, che tuttavia si è obbligato a riconoscerlo, in presenza di certe condizioni, avendo sottoscritto la Convenzione de L’Aja, del 1° luglio 1985, ratificata con la legge 16 ottobre 1989, n. 364, entrata in vigore il 1° gennaio 1992. Il legislatore di recente si è occupato di detto istituto solo in materia fiscale. In breve, con il t [...]

Continua a leggere

Rent to buy

Dallo scorso 12 settembre 2014, con l'articolo 23 del Decreto Legge 133, convertito con la legge 11 novembre 2014, n. 164 esiste una disciplina che contempla la fattispecie del così detto Rent to buy, o affitto a riscatto. In buona sostanza il venditore e l'acquirente, il quale non ha l'immediata disponibilità economica per la compravendita, stipulano un contratto di locazione, con o [...]

Continua a leggere

Vendita prima casa, credito d'imposta e plusvalenza

Cosa succede se si cede la prima casa entro i primi 5 anni dalla data dell'acquisto? È possibile che si perdano le agevolazioni; lo Stato chiederà al venditore di versare la differenza tra le imposte seconda casa del 9% (10% se IVA) e le imposte prima casa del 2% (4% se IVA) versate al momento dell'acquisto. Oltre a questa differenza, scattano gli interessi e, in caso di ritardo, le sanzioni di legge. Il calcolo, inso [...]

Continua a leggere

notaionaddeo@gmail.com
011.9975970
Via Roma, 2
10072 Caselle Torinese (TO)