DONAZIONE DI USUFRUTTO

DONAZIONE DI USUFRUTTO

Quando si apre una successione, per calcolare il valore dell'eredità, si deve contare quanto era in proprietà del defunto il giorno della morte, sottrarre i debiti ed aggiungere quanto in vita donato dal defunto. Esempio: Tizio muore lasciando una casa di 400, un conto corrente con 300, e debiti per 200. Risultato: 500. Tizio però aveva donato 200 al figlio Caio. Il valore dell'eredità è 700. Caio dovrà imputare alla propria quota i 200 ricevuti in donazione. Cosa succede qua [...]

Continua a leggere

Si può impedire ad un genitore divorziato con figli, di donare casa sua alla nuova convivente, facendo valere in via anticipata la legittima?

Si può impedire ad un genitore divorziato con figli, di donare casa sua alla nuova convivente, facendo valere in via anticipata la legittima?

No. L’attuale normativa non prevede questa possibilità. Qualora il donante venga a mancare, e non siano ancora decorsi i termini di legge, i figli potranno, eventualmente, impugnare la donazione per lesione della legittima (sempre che ci sia lesione secondo i termini di legge). Il concetto di legittima, in altri termini, non viaggia separatamente da quello di successione che, per definizione, si apre al momento del decesso della persona del cui patrimonio si tratta. [...]

Continua a leggere

Sono proprietario di due appartamenti. Vorrei donarli ai miei figli. Conviene di più la donazione o aspettare la successione?

Una risposta secca non c'è. Ogni situazione familiare e patrimoniale può dare lo spunto per valutare diverse soluzioni. Donare subito tutto il proprio patrimonio, da un lato permetterebbe di evitare i rischi degli aumenti delle imposte di successione; dall'altro, però, espone il donante al rischio di non avere più nulla e, quindi, di dover sperare che i figli in futuro, lo sostengano in caso di bisogno (si pensi alla necessità di [...]

Continua a leggere

I possibili aumenti delle imposte di successione.

Di seguito un articolo che potrebbe anticipare in maniera corretta il probabile aumento delle tasse in caso di successione o donazione. Mi raccomando, il lettore dovrà fare molta attenzione ed avere capacità crititca. Non è assolutamente sicuro che accadrà, anche se, ormai, da molto tempo se ne parla. Ad oggi l'Italia, in materia di successioni e donazioni, da un punto di vista fiscale, è un paradiso. E [...]

Continua a leggere

DDL CONCORRENZA

Il DDL sulla concorrenza proposto dal Governo Renzi ha deciso di abolire l’obbligo di atto notarile per l’acquisto di immobili al di sotto dei 100mila euro ad uso non abitativo (negozi, uffici, depositi, terreni). All’articolo 29 del disegno di legge citato, viene stabilito che i trasferimenti a titolo oneroso (comprevendite, permute) o gratuito (donazioni) dei beni immobili non abitativi ( [...]

Continua a leggere

Quali sono le attuali aliquote delle imposte di donazione e successione?

Sul valore complessivo si applicano le seguenti aliquote: - 4%: coniuge e parenti in linea retta (genitori, figli, nonni, nipoti), su quanto va oltre, per ciascun erede o donatario, a 1.000.000 di euro (franchigia); - 6%: fratelli e sorelle, su quanto va oltre, per ciascun erede o donatario, a 100.000 euro; - 6%: altri parenti fino al quarto grado, affini (parenti del coniuge) in linea retta, nonché affini in lin [...]

Continua a leggere

Quali sono le attuali aliquote delle imposte ipotecarie e catastali?

Le imposte ipotecarie e catastali sono pari al 2% e all’1% del valore degli immobili, con un versamento minimo di 200 euro per ciascuna imposta. Queste sono dovute in 200 euro per ciascuna imposta, indipendentemente dal valore dell’immobile, quando il beneficiario ha i requisiti necessari per fruire delle agevolazioni “prima casa”. In questo caso è necessario attestare nella dichiarazione di successio [...]

Continua a leggere

Quando si pagano le imposte?

Le imposte di donazione all’atto, quelle di successione dopo che, una volta presentata la denuncia di successione, è effettuata la notifica dell’importo attraverso un avviso di liquidazione; le imposte ipotecarie e catastali vengono pagate al momento della donazione o prima della presentazione della denuncia di successione. Sono allo studio possibili modifiche in tema di imposte? Al momento non si sa nulla di concreto. Dal punto di vis [...]

Continua a leggere

Come funziona l’attuale tassazione sulle donazioni e sulla successione?

Bisogna operare una distinzione fondamentale. Da un lato ci sono le imposte di donazione ovvero successione che lo Stato chiede al cittadino di versare ogni qualvolta pervengano, a titolo di donazione o di successione, dei beni mobili, immobili, del denaro o altri cespiti che possano essere oggetto di una valutazione patrimoniale. Dall’altro lato, quando i beni donati o ereditati sono immobili, dovranno pagarsi anche le imposte ipotecarie e catastali [...]

Continua a leggere

In vita possiamo anticipare la nostra successione tramite una donazione. Come funziona, chi è più indicato a utilizzarla?

La donazione è un’anticipazione della successione e, pertanto, chiunque è indicato nell’utilizzarla. Chi vuole “sistemare le cose” tra i propri figli prima di passare a miglior vita per evitare litigi successivi, così come chi desidera aiutare un giovane figlio nell’acquisto della sua prima casa. Le variabili sono comunque così tante che non è possibile fare una casistica predefinita. Il consiglio spassionato è sempre lo stesso: valuta [...]

Continua a leggere

Agevolazioni prima casa in donazioni e successioni

Per chi eredita o riceve in donazione una prima casa, non c'è la preclusione ad acquistare una ulteriore prima casa con atto a titolo oneroso (compravendita, permuta). Devono ovviamente esserci tutti i requisiti necessari per un acquisto prima casa, ma il fatto di averne già ricevuta una in donazione o successione, non è di ostacolo. Sulla questione si è espressa l'Agenzia delle Entrate con la circolare 44/E del 2001. [...]

Continua a leggere

Vendita prima casa, credito d'imposta e plusvalenza

Cosa succede se si cede la prima casa entro i primi 5 anni dalla data dell'acquisto? È possibile che si perdano le agevolazioni; lo Stato chiederà al venditore di versare la differenza tra le imposte seconda casa del 9% (10% se IVA) e le imposte prima casa del 2% (4% se IVA) versate al momento dell'acquisto. Oltre a questa differenza, scattano gli interessi e, in caso di ritardo, le sanzioni di legge. Il calcolo, inso [...]

Continua a leggere

notaionaddeo@gmail.com
011.9975970
Via Roma, 2
10072 Caselle Torinese (TO)