LA CORTE DI CASSAZIONE CON LA SENTENZA DEL 15 DICEMBRE 2016, N. 25888, SEZ. II CIVILE, DECIDE SULLA DIVISIONE DEI BENI NON COMODAMENTE DIVISIBILI IN NATURA

LA CORTE DI CASSAZIONE CON LA SENTENZA DEL 15 DICEMBRE 2016, N. 25888, SEZ. II CIVILE, DECIDE SULLA DIVISIONE DEI BENI NON COMODAMENTE DIVISIBILI IN NATURA

In tema di divisione giudiziale ereditaria, la norma in virtù della quale ciascun coerede ha il diritto di conseguire in natura la parte dei beni a lui spettanti trova deroga, non solo nel caso di "non divisibilità" dei beni, ma anche in ogni ipotesi in cui gli stessi non siano "comodamente" divisibili e, cioè, allorché, pur risultando il frazionamento materialmente possibile sotto l'aspetto strutturale, non siano tuttavia realizzabili porzioni suscettibili di formare oggetto di autonomo e libero godimento, oppure porzioni che risulterebbero sensibilmente deprezzate in proporzione al valore dell'intero.


 


COMMENTA IL POST

notaionaddeo@gmail.com
011.9975970
Via Roma, 2
10072 Caselle Torinese (TO)