Da cosa é costituita la parcella di un notaio per le attivita' immobiliari?

Da cosa é costituita la parcella di un notaio per le attivita' immobiliari?

Il costo dell'atto notarile comprende sia gli onorari e i compensi per l'attività professionale del notaio, sia l'ammontare delle imposte, delle tasse e delle spese dovute per l'atto notarile e per l'attività che per legge il notaio deve svolgere prima e dopo la stipula dell'atto notarile.

Si faccia il caso di una compravendita tra privati, in cui chi acquista può usufruire delle agevolazioni prima casa, per un prezzo di euro 150.000,00, di un immobile che abbia un valore catastale di euro 75.000,00.

Su queste basi, il costo di un atto di compravendita potrebbe ammontare a circa euro 5.360,00, di cui euro 3.360,00 consistono in null’altro che imposta di registro, ipotecaria, catastale, diritti di conservatoria, tassa d’archivio, imposta di bollo, IVA sull’onorario.

I restanti euro 2.000,00 (ma la cifra è meramente indicativa, essendo state abrogate le tariffe) rappresentano il compenso (non guadagno) del Notaio il quale, con tale somma, dovrà corrispondere quanto legittimamente dovuto per contributi previdenziali, per le imposte sui redditi, e sostenere i costi dello studio (tra cui gli stipendi dei propri dipendenti, le forniture dello studio, le utenze e via dicendo).

Il Notaio non si limita a firmare un atto, il costo di un atto per la maggior parte della sua entità è composto da voci che in alcun modo hanno a che fare con il compenso del Notaio.


 


COMMENTA IL POST

notaionaddeo@gmail.com
011.9975970
Via Roma, 2
10072 Caselle Torinese (TO)