Vorrei destinare un monolocale di mia proprietà a un mio caro nipote. Posso farlo attraverso un legato testamentario? È possibile che questa mia decisione venga impugnata dagli eredi?

Vorrei destinare un monolocale di mia proprietà a un mio caro nipote. Posso farlo attraverso un legato testamentario? È possibile che questa mia decisione venga impugnata dagli eredi?

Si può senza dubbio legare il monolocale al nipote.

È sufficiente redigere un testamento olografo (scritto di pugno dal testatore, con data e firma) o pubblico o segreto (figura ormai in disuso).

Per quanto riguarda l’eventuale impugnazione, se relativa alla lesione di quote, essa potrà essere esercitata solo dagli eredi legittimari (coniuge, figli, discendenti e, in determinati casi, genitori e ascendenti) e solo nel caso in cui venga lesa la quota di legittima.

Ognuno di noi, infatti, può disporre di una cosiddetta quota disponibile, che può essere attribuita a chicchessia, indipendentemente dal fatto che abbiamo mogli, mariti, figli o genitori. Se questa quota, però, supera un limite, c’è lesione della quota di legittima.

A seconda dei casi la disponibile va da un quarto alla metà del patrimonio ereditario.


 


COMMENTA IL POST

notaionaddeo@gmail.com
011.9975970
Via Roma, 2
10072 Caselle Torinese (TO)