Chi acquista casa come prima abitazione di quali agevolazioni può godere?

Chi acquista casa come prima abitazione di quali agevolazioni può godere?

Acquistare una prima casa permette di pagare le imposte ridotte, ma bisogna distinguere.

Se si compra da un privato, io o lei, la tassa di riferimento è l’imposta di registro ed è pari al 2% (seconda casa è 9%) sul valore catastale. Il valore catastale NON è il prezzo e si ottiene moltiplicando per 115,5 la RENDITA CATASTALE dell’immobile. In caso di compravendita tra privati, pertanto, INDIPNDENTEMENTE dal prezzo dichiarato in atto, le tasse (imposta di registro) si pagano sul valore catastale che, solitamente (non sempre) è più basso del prezzo. Questa tassa, che è la più imponente nell’economia di un atto, viene pagata direttamente al Notaio che la verserà allo Stato; se la casa che compri ha un valore catastale di euro 100.000,00, l’atto potrebbe costare 3.500,00 euro di cui 2.000,00 solo di imposta di registro.

Al contrario, se si compra da un’impresa costruttrice, si pagherà l’I.V.A. al 4% (seconda casa è 10%) sul PREZZO. In questo caso il valore catastale non conta. La tassa, inoltre, non verrà pagata al Notaio, ma direttamente al venditore che metterà debita fattura.


 


COMMENTA IL POST

notaionaddeo@gmail.com
011.9975970
Via Roma, 2
10072 Caselle Torinese (TO)