Società

SONO SOCIO ACCOMANDATARIO DI UNA S.A.S.. NON NAVIGHIAMO IN BUONE ACQUE A CAUSA DELLA CRISI. CI SUGGERISCONO DI CHIUDERE LA SOCIETA' PER NON AVERE PROBLEMI. E' POSSIBILE?

SONO SOCIO ACCOMANDATARIO DI UNA S.A.S.. NON NAVIGHIAMO IN BUONE ACQUE A CAUSA DELLA CRISI. CI SUGGERISCONO DI CHIUDERE LA SOCIETA' PER NON AVERE PROBLEMI. E' POSSIBILE?

Il consiglio che hanno dato al lettore è assolutamente non corretto. Nell'ambito delle società di persone, i soci (ad eccezione degli accomandanti nelle sas) sono illimitatamente responsabili. Questo vuol dire che, per i debiti della società, rispondono tutti i soci, con l'intero loro patrimonio, ed in via solidale (ossia uno dei soci può essere chiamato a pagare tutto, salvo poi la possibilità di farsi dare dagli altri la loro quota dei debito). I debiti di una società, inoltre, n [...]

Continua a leggere

PUO' FALLIRE L'ACCOMANDANTE?

PUO' FALLIRE L'ACCOMANDANTE?

In linea teorica no, vista la limitazione di responsabilità prevista dalla legge. Nei casi però, in cui il socio accomandante, di fatto, si inserisce nella amministrazione della società, violando il divieto di immistione nella gestione della S.A.S., egli viene equiparato, a tutti gli effetti, ad un socio accomandatario. Se l'accomandante, in altri termini, si comporta come amministratore della società, ne risponde come gli altri amministratori; insomma: onori ma manche oneri. Questo perché, a [...]

Continua a leggere

BENEFICIO DI INVENTARIO E PERSONA GIURIDICA

Cassazione, sentenza 12 aprile 2017, n. 9514, sez. II civile - Eredità devoluta in favore di persona giuridica - Accettazione con beneficio di inventario - Necessità - Omessa redazione dell'inventario - L'accettazione dell'eredità ad opera di una persona giuridica (nella specie una ASL) non può che avvenire, giusta l'art. 473, comma 1, c.c., con beneficio d'inventario e, pertanto, il mancato perfezionamento del modulo legale, per omessa redazione dell’inventario nei termini e m [...]

Continua a leggere

CESSIONE DI AZIENDA E PRELAZIONE DEL COADIUVANTE

Cassazione, sentenza 21 aprile 2017, n. 10147, sez. lavoro - FAMIGLIA - Impresa familiare - Alienazione dell'impresa a terzi - Diritto prelazione del partecipe all'impresa - La prelazione prevista dalla norma in favore del familiare, nel caso di alienazione dell'impresa di cui è partecipe, è una prelazione legale, che consente il riscatto. Il familiare lavoratore (coadiuvante), pertanto, potrà ottenere la titolarità dell'azienda venduta, offendo il prezzo pagato dall'acquirente. [...]

Continua a leggere

S.R.L. SEMPLIFICATE. CARATTERISTICHE - Cosa sono SRL Semplificate e quali vantaggi hanno? Sono accessibili ai giovani?

L'articolo 3, comma 1, D.L. 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla L. 24 marzo 2012, n. 27, ha aggiunto al Codice Civile l'articolo 2463-bis, che disciplina questa nuova forma di Società. Può essere costituita con contratto o atto unilaterale da persone fisiche. L'atto costitutivo deve essere redatto in conformità ad un modello standard tipizzato con decreto del Ministro della giustizia, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze e con il Ministro dello svilu [...]

Continua a leggere

ACQUISTO CASA DA SOGGETTO FALLITO: CONSEGUENZE - Ho comprato casa da un signore che è stato dichiarato fallito con la sua azienda cinque mesi dopo l'atto. Rischio qualcosa?

Gli atti a titolo oneroso (come ad esempio la compravendita) compiuto nell'anno precedente alla dichiarazione di fallimento possono essere revocati solo se il valore delle prestazioni eseguite dal fallito (in questo caso il valore della casa) sono superiori di un quarto rispetto al valore di quanto ricevuto dal fallito (in questo caso il prezzo). Nella vicenda che riguarda la domanda, pertanto, la vendita sarà revocabile solo se il prezzo sia inferiore di oltre un quarto rispetto al valore della c [...]

Continua a leggere

notaionaddeo@gmail.com
011.9975970
Via Roma, 2
10072 Caselle Torinese (TO)